Home » Evento » Dal diritto alla bellezza alla ricerca dell’armonia

Dal diritto alla bellezza alla ricerca dell’armonia

Casta Diva, allestimento

…Se ci troviamo in un tempio, c’illuminiamo di trascendenza.

Nel Palazzo dei Congressi di Salsomaggiore la dimensione significativa del Sein, che vale esserci e appartenerci, è tra le radici universali sulle quali non distanti, non divise, interferenti nella cultura del viaggio alla conoscenza, varie civiltà riutilizzano in magica sospensione il mito del diritto alla bellezza, che resta unico conforto alle “nate a vaneggiar menti mortali”.

Nell’affermarlo il Foscolo, inventore insuperabile di mitiche soluzioni, era consapevole che senza Elena, nel nome la “miserecordiosa”, per Zeus, che vanamente congiungeva cielo e terra, sarebbe continuato inconciliato il rapporto tra l’immortalità dei celesti e l’umano effimero destino.

Si vuole che il suggerimento venisse da Venere, ma io son certo che fu Athena, sempre più in alto del padre, essendo balzata armata dalla sua testa spaccata dalla scure di Vulcano, a suggerire a eus dicongiungersi, sotto forma di cigno, con Nemesi, meravigliosa nell’aspetto di oca selvatica.

L’uovo, appena venuto fuori, fu da Hermes deposto nel grembo di Leda e nacque così la donna più bella del mondo, la scoperta della bellezza, giustificatrice anche del male di vivere.

…l’evento Casta Diva propone natura da conciliare con la scienza illuminata dalla coscienza e cultura intesa come spazio comunicante. Quando si parla di bellezza, di diritto alla dignità della persona, d’arte come consapevolezza di creatività mediatici, innanzi tutto si sancisce l’equazione vita = valore unico e irrinunciabile, poi si identificano come valori tutti i necessari apparati che contribuiscono a dare qualità alla vita stessa.

Allora non si sceglie la rinuncia indiscriminata che culmina nella generalizzata voglia di smemorarsi, per cui dilagano le tossicodipendenze. Proporre arte e cultura della bellezza per ri-dare senso alla vita significa impegno a difendere le istituzioni principali, le forme organizzativew della società, il lavoro oltre che le differenze tradizionali, le religioni, la spiritualità che dovunque gli eterni interrogativi trovano concretezza negli argomenti umani e nel costruire con, per e tra gli altri, si configura come essere nel divenire. Acquisire questa consapevolezza è da sempre ritrovarsi uomini umani.

Gli artisti si sono impegnati a fare la loro parte, trasferendo in immagini ragioni di dialoghi fraterni. Coglierle è acquisire sapere con sapore, oltre l’emozione che a nulla vale se non si eleva a sentimento. Del resto Arthur Schopenhauer conferma in un suo celebre aforisma: “ Nessuno può vedere nulla che non sia la di là di lui ”.

Con ciò voglio dire che ciascuno vede, in un altro, solo quel tanto che è anche lui stesso; perché lo può conoscere e comprendere soltanto nella misura consentita alla sua intelligenza.
Angelo Calabrese

Artisti Partecipanti:

Alba Cappella, Aldo Alberti, Antonio Scala, Carlo De Gregorio, Claudia Mazzitelli, Daniela Grifoni, Danilo Cerquaglia, Enrica Sansone, Fabrizio Vascotto, Giovanni Venuti, Giuseppe De Michele, Imma Maddaloni, Iva Recchia, Janja Arsoli, Lorenzo Dellù, Maria Brunereau, Marialuisa Sabato, Matteo Procacciali, Maurizio Meli Roman, Nicla Ferrari, Regina Bardavid, Rossana Bartolozzi, Sabrina Arte, Sandro Reghitto, Simonetta Chierici, Stefania Pinci, Tatiana Jmara.

Altri Eventi

post image

Quo vadis Europa

Casapozzano, Castello di Casapozzano
06/15/2013 - 06/29/2013

La mostra itinerante IL RATTO DI EUROPA, dopo i successi di Napoli (Museo Maschio Angioino) e Umbertide (Rocca di Umbertide – Centro per l’arte contemporanea), si evolve nei contenuti e nelle riflessioni profonde sul nostro tempo in una nuovissima Rassegna d’arte visiva intitolata QUO VADIS EUROPA. A cura del critico e storico dell’arte ANGELO CALABRESE e dell’editore…
Continua

post image

Il Ratto di Europa

La Rocca di Umbertide, Centro per l'arte contemporanea
03/03/2012 - 03/25/2012

Giunge alla Rocca di Umbertide la Rassegna d’arte visiva di Cervino Edizioni per proporre una riflessione sul destino dell’Europa con una raccolta di opere scultoree, pittoriche e fotografiche che racconta la storia di un continente riccamente eterogeneo, che affonda le sue radici nel mito e, tra sogni e speranze d’unione profonda, è teatro dei più…
Continua

post image

Il Ratto di Europa

Napoli, Maschio Angioino, Sala Carlo V
06/07/11 - 06/27/11

Cervinoedizioni propone una riflessione sul destino dell’Europa con la Rassegna d’arte visiva Il Ratto di Europa – l’arte di essere contemporanei. Una raccolta di opere scultoree, pittoriche e fotografiche che racconta la storia di un continente riccamente eterogeneo, che affonda le sue radici nel mito e, tra sogni e speranze d’union profonda, è teatro dei…
Continua

post image

Vox clamantis in deserto

Napoli, Maschio Angioino, Sala della Loggia
03/06/10 - 03/26/10

Nella Rassegna intitolata Vox clamantis in deserto, Carlo De Gregorio propone un messaggio di speranza: “una voce che grida ai cuori inariditi degli uomini, a coloro il cui orizzonte è ispessito dalla confusione e dal decadimento dei valori della vita”. A curare la rassegna c’è il critico e storico dell’arte Angelo Calabrese che, nelle pagine del…
Continua

post image

Scassa Arazziere, L’Arazziere di Asti

Umbertide, Centro per l'Arte Contemporanea
05/23/2010 - 08/22/2010

…L’ordito, la trama: regole eterne, immutabili, sacre nella sapienza sempre assimilata dagli archetipi, che sono, infatti, fondamenti dell’arte, dell’etica e dell’estetica. Corrado Cagli, compiutamente persuaso di questa verità, fece dell’arazzo un momento rilevante della sua straordinaria avventura creativa, immersa nella sacralità dell’esistenza di cui coglieva e comunicava la spiritualità nel divenire metamorfico. La spiritualità anima…
Continua

post image

Dal diritto alla bellezza alla ricerca dell’armonia

Salsomaggiore Terme, Palazzo dei Congressi
06/20/2009 - 06/25/2009

…Se ci troviamo in un tempio, c’illuminiamo di trascendenza. Nel Palazzo dei Congressi di Salsomaggiore la dimensione significativa del Sein, che vale esserci e appartenerci, è tra le radici universali sulle quali non distanti, non divise, interferenti nella cultura del viaggio alla conoscenza, varie civiltà riutilizzano in magica sospensione il mito del diritto alla bellezza,…
Continua

post image

Nel nostro tempo

Meisterschwanden - Argovia, Svizzera, Galleria Del Mese - Fischer
05/16/09 - 06/06/09

La collettiva d’arte contemporanea Nel nostro tempo, a cura del critico e storico dell’arte Angelo Calabrese, si inaugura nel cantone svizzero dell’Argovia a Meisterschwanden. Ad ospitare la Rassegna è la Galleria Del Mese – Fischer, diretta da Enzo del Mese e Dora Fischer. Catalogo in mostra: Felice Cervino Editore “La presente iniziativa s’apre sugli orizzonti di un progetto…
Continua

post image

L’Eucaristia santifica la famiglia

Napoli, Chiesa S.Maria della Natività
11/16/2008 - 11/16/2008

… Dal possente comando di Dio s’impone l’ordine sul caos; nel divenire della luce: “fiat lux”, sia fatto e si evolva il flusso eterno che vivifica e illumina la creazione rigenerandola, trionfa la vita, equilibrio e passione d’esistere, regola e desiderio nell’eterno presente della sua continuità. Amarla è già esserci nella magnificenza dell’Amore che la…
Continua

post image

Da Minturno a Minturno

Minturno, Castello di Minturno
07/12/2008 - 07/12/2008

…Nel vento che gli rievoca distintamente l’odore del suo mare, Notari dipinge quel vero che ha più vita se ferve nell’universo a dondolo che prolunga il suo tempo dietro le facciate più conclamate. Il lungomare ha grandi alberghi adorni di bandiere festose; i vicoli di Santa Lucia e del Monte di Dio hanno i panni…
Continua

post image

Memoria e Presente

Napoli, Maschio Angioino, Sala della Loggia
10/07/2008 - 10/21/2008

Memoria e presente è la rassegna d’arte visiva che sancisce la forza del legame che unisce il maestro Antonio Notari alla sua terra d’origine. Nella prestiosa cornice del Castel Nuovo di Napoli, meglio conosciuto come Maschio Angioino, nella ‘illuminante’ e luminosa Sala della Loggia le opere di Antonio Notari ci raccontano il viaggio dell’uomo verso l’Uomo. L’evento d’arte…
Continua

post image

Maestri del XX secolo

Umbertide, Centro per l'Arte Contemporanea
24/05/2008 - 05/10/2008

… L’etica dell’arte si configura come impegno a rendere “meno ignobile e sanguinario” il mondo che celebra i suoi trionfi nel costante degrado, dove si immensificano le distanze tra natura e cultura. Di conseguenza solo gli “assassini” sparsi per tutte le latitudini rifiutano l’arte e la reputano inutile, ma solo perché “impedisce alla brutaglia di…
Continua